NU PAZZIATE CU’ ‘A MORTE

Na curona 'e sanghe p''e vvie che s'allarga ogni juorno cchiù assaje… Tante,quanta guagliune che saglieno 'ncielo mentre attuorno è cchiù niro che maje. E chisà qual'è 'a molla che scatta pe' da' forza a na mano ch'accide, 'sta viulenza c'appanna 'a cuscienza e ca smorza , accussì , nu respiro… 'St'ombra scura ca gira pe' ll'aria, c'arravoglia 'e cervelle … Continua a leggere